Esami da fare in Menopausa

Esami da fare in Menopausa

Durante la menopausa, una fase naturale e delicata della vita di ogni donna, è importante sottoporsi a controlli ed esami specifici per monitorare la salute generale e il benessere ormonale. La menopausa è infatti una condizione fisiologica che può portare a significativi cambiamenti fisici, ormonali e psicologici che devono essere affrontati correttamente per vivere al meglio anche questo particolare periodo della vita.

Entrare in menopausa: cambiamenti fisiologici ed esami specifici

La maggior parte delle donne entra in menopausa tra i 45 ei 55 anni, ma l’età in cui può iniziare questa fase è in realtà molto variabile. Talvolta è infatti possibile essere soggette a menopausa precoce, se inizia prima dei 40 anni, così come a menopausa tardiva, dopo i 55 anni.

Ciò che in ogni caso accomuna questo passaggio nella vita di una donna sono i cambiamenti fisici e ormonali tipici di questa condizione, i quali portano a provare sintomi che permettono di riconoscere la menopausa. Accanto a questi ultimi, vi sono anche esami specifici da poter fare per confermare di essere entrare ufficialmente o meno in menopausa.

Come si presentano le ultime mestruazioni prima della menopausa?

Le ultime mestruazioni prima della menopausa possono avere caratteristiche differenti rispetto alle mestruazioni avute fino a quel momento, questo a causa delle fluttuazioni ormonali tipiche della pre-menopausa. In particolar modo potrebbero apparire più irregolari nel flusso, nella durata o nella frequenza. Possono essere più brevi, più lunghe, più abbondanti o più leggere del solito a seconda dei casi.

Allo stesso tempo, in concomitanza alle ultime mestruazioni prima della menopausa, alcune donne potrebbero sperimentare un aumento dei sintomi premestruali come dolore al seno, gonfiore addominale, irritabilità, perdite vaginali o cambiamenti dell’umore.

Quale ormone viene a mancare in menopausa?

In menopausa, l’ormone che tende a diminuire in maniera significativa è l’estrogeno. Gli estrogeni sono ormoni steroidei responsabili di molte funzioni nel corpo femminile, compresa la regolazione del ciclo mestruale, il mantenimento della densità ossea, il controllo del colesterolo, la lubrificazione vaginale e il mantenimento della salute delle pareti vaginali.

Durante la menopausa, i follicoli ovarici diminuiscono e l’ovulazione diventa meno frequente, il che porta a una riduzione della produzione di estrogeni. Di conseguenza, i livelli di estrogeni nel corpo diminuiscono drasticamente, portando a cambiamenti significativi nel corpo e ai sintomi tipici della menopausa.

Quando si entra in menopausa si deve andare dal ginecologo?

Quando una donna si avvicina all’età della menopausa o inizia a sperimentare sintomi e cambiamenti che potrebbero essere indicativi di questa condizione, è indubbiamente consigliabile il consulto da un ginecologo professionista. Questo per avere conferma della menopausa attraverso esami specifici, gestire i sintomi e monitorare correttamente la propria salute generale.

Andare dal ginecologo in menopausa è quindi un’azione molto importante per prendersi cura della propria salute. A Padova, nello Studio Ambrosini, i nostri ginecologi specialisti offrono controlli ginecologici mirati e basati su esperienza, competenza e attenzione alle esigenze specifiche e personali di ogni donna.

Quando si è in menopausa si possono avere rapporti completi?

La menopausa è una fase della vita di una donna in cui si verificano cambiamenti ormonali e fisici, ma questo non preclude la possibilità di avere rapporti sessuali soddisfacenti e piacevoli. Per avere rapporti completi senza precauzioni anticoncezionali è però importante essere assolutamente certe di essere in menopausa. Questo perché, nella fase che la precede, quando si iniziano a percepire i primi sintomi e il ciclo diventa irregolare, la fertilità tende a diminuire progressivamente ma l’ovulazione può ancora verificarsi, con il rischio dunque di gravidanze indesiderate.

Se la menopausa è invece accertata, questo pericolo svanisce. In questo caso occorre solo tenere conto dei cambiamenti legati alla menopausa, come la secchezza vaginale e la ridotta lubrificazione, che potrebbero talvolta influenzare il piacere durante i rapporti sessuali. Nulla che non possa però essere risolto. In caso di disagio è fondamentale rivolgersi al proprio ginecologo che sarà in grado di fornire le giuste soluzioni.

Che esami bisogna fare per sapere se si è in menopausa?

Oltre all’attenzione alla sintomatologia in menopausa, per sapere se una donna è entrata in questa nuova fase vi sono anche degli esami medici specifici che possono essere prescritti dal proprio ginecologo.

Ma quali sono gli esami da fare per controllare gli ormoni? Quali esami sangue fare in menopausa? Gli esami più comuni per sapere se si è in menopausa sono semplici analisi del sangue (o delle urine) volte a valutare i livelli di FSH (Ormone Follicolo Stimolante) o LH (Ormone Luteinizzante).

Durante la menopausa, i livelli di estrogeni diminuiscono e di conseguenza l’ipotalamo aumenta la produzione di FSH per stimolare l’ovulazione. Un livello elevato di FSH può indicare la diminuzione della funzione ovarica associata alla menopausa.

Allo stesso tempo, sempre a causa della diminuzione degli estrogeni, anche i livelli di LH possono aumentare. Il rapporto tra FSH e LH può dunque essere utile per confermare la menopausa.

Oltre a queste analisi, altri esami per confermare la menopausa sono:

  • test della funzione ovarica: può includere la valutazione della riserva ovarica tramite test come l’AMH (ormone antimulleriano) e l’ecografia ovarica transvaginale;
  • esami ginecologici: esame visivo e fisico della zona pelvica e vaginale da parte del ginecologo specialista.

Menopausa: tutti gli esami consigliati

Oltre agli esami specifici per capire se una donna è ufficialmente entrata in menopausa, una volta arrivate a questa particolare fase della vita vi sono anche altri esami e controlli che è importante eseguire per monitorare la propria salute generale. Lo Studio Ambrosini a Padova, offre in questo senso prestazioni precise e mirate eseguite da un’equipe di professionisti.

Quali esami del sangue fare dopo i 50 anni donna?

Dopo i 50 anni, o comunque nel periodo della menopausa, è importante eseguire alcuni specifici esami del sangue (oltre a FSH e LH) per valutare lo stato ormonale e la salute generale del proprio corpo. In particolare:

  • Estradiolo: durante la menopausa, i livelli di estradiolo diminuiscono poiché la funzione ovarica diminuisce;
  • Progesterone: questo ormone è legato alla fertilità della donna e in menopausa tende dunque a diminuire significativamente;
  • Testosterone: alcune donne possono sperimentare una diminuzione dei livelli di testosterone che può influenzare il benessere generale;
  • TSH (ormone tireostimolante): con la menopausa i cambiamenti ormonali possono influenzare la funzione tiroidea. Valutare i livelli di TSH può aiutare a identificare eventuali problemi tiroidei;
  • Colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL e trigliceridi;
  • Glicemia;
  • Calcio;
  • Vitamina D;
  • Ferro e Ferritina;
  • Vitamine B12 e folati;
  • Creatinina;
  • Proteina C reattiva (PCR);
  • Transaminasi;

A discrezione del medico è possibile poi aggiungere anche la valutazione di ulteriori valori nel sangue. Richiedi maggiori informazioni allo Studio Ambrosini di Padova per una valutazione completa da parte di medici professionisti.

Quali sono gli esami da fare in menopausa?

Accanto alle analisi del sangue per valutare i livelli ormonali appena indicate, in menopausa e in generale dopo i 50 anni, è consigliabile effettuare anche ulteriori esami volti sempre al monitoraggio della salute generale della donna.

  • Mammografia: esame radiologico utilizzato per lo screening e la diagnosi precoce di malattie del seno;
  • visita senologica ed ecografia mammaria: esame fisico condotto da un medico specializzato nella salute del seno, noto come senologo, in grado di eseguire anche un’ecografia mammaria, ovvero un esame di imaging non invasivo che utilizza onde sonore ad alta frequenza per produrre immagini dettagliate del tessuto mammario;
  • HPV Test e Pap test: il primo è un esame che rileva la presenza del virus del papilloma umano (HPV), mentre il secondo è un esame volto a rilevare eventuali anomalie cellulari che potrebbero indicare la presenza di lesioni precancerose o cancerose. Entrambi i test avvengono prelevando un piccolo campione di cellule dal collo dell’utero attraverso un tampone;
  • MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata): esame che serve a valutare lo stato e la salute delle ossa misurando la densità minerale ossea dello scheletro. In questo modo è possibile identificare precocemente l’eventuale demineralizzazione ossea e l’insorgenza di osteoporosi;
  • visita cardiologica generale: per valutare la salute dell’apparato cardiocircolatorio ed escludere la presenza di malattie cardiache;
  • ricerca di sangue occulto nelle feci: esame utilizzato per individuare la presenza di sangue non visibile a occhio nudo nelle feci, il che potrebbe indicare la presenza di sanguinamento all’interno dell’apparato digerente superiore o inferiore. La presenza di sangue occulto può indicare una serie di condizioni da valutare e trattare a seconda dei casi;
  • radiografia al torace: esame di imaging utilizzato per ottenere immagini dei polmoni, del cuore, delle ossa toraciche e di altre strutture nella cavità toracica. Utile per il monitoraggio della salute generale;
  • visita dermatologica: per valutare la salute della pelle in generale e soprattutto per una mappatura dei nei regolare nel tempo;
  • visita oculistica: visita specialistica per affrontare in maniera corretta eventuali problemi di vista che insorgono normalmente con l’avanzare dell’età.

Chiamaci per fissare un appuntamento e prenderti cura della tua salute anche in menopausa. Lo Studio Ambrosini di Padova garantisce un team di medici professionisti che ti accompagneranno in questa nuova fase della vita.

Altri articoli

  • Quando andare dal ginecologo in menopausa?

    La menopausa è una fase naturale della vita di ogni donna ed è fondamentale avere il supporto di un ginecologo ed eseguire tutti i dovuti controlli: ecco quali.

  • Menopausa

    La menopausa è un periodo fisiologico della vita di una donna che sancisce la fine dell’età fertile. Questo periodo generalmente si fa iniziare dall’ultima mestruazione di una donna.